Homepage > Novità > HDMI >

CHE COSA C'È DI NUOVO CON HDMI 2.0B?

Gruppi Novità

CHE COSA C'È DI NUOVO CON HDMI 2.0B?

Data Emissione:2019-05-06
CHE COSA C'È DI NUOVO CON HDMI 2.0B ?
Suono surround basato su oggetti
L'aggiornamento a HDMI 2.0 nel 2013 ha reso possibile 32 canali di audio non compresso. Se questo suona come eccessivo, beh ... potrebbe essere per alcuni. Ma non dirlo ai guru del suono surround di Dolby o DTS. L'ultimo formato surround Dolby Atmos è in grado di 64 canali surround nei cinema, che si interrompe per il tuo sistema home theater per consentire l'audio a 11.2 canali. Si chiama suono surround basato su oggetti e consente di mixare oggetti singolari in modo che si muovano completamente in un emisfero di più diffusori in modo completamente autonomo.

La versione di Dolby include configurazioni che offrono da due a quattro altoparlanti che possono far scoppiare il suono dal soffitto o far rimbalzare il suono dal soffitto dal pavimento per un'esplosione epica di audio coinvolgente. Esistono diversi ricevitori come Marantz, Onkyo e Pioneer compatibili con Atmos, nonché altoparlanti appositamente progettati da Pioneer e altri che montano gli altoparlanti sopra i loro cabinet per scattare il suono dal soffitto.

Per non essere da meno, DTS ha anche svelato il proprio sistema per il futuro del suono surround basato su oggetti, chiamato DTS: X. Il sistema è progettato per essere compatibile con molti degli stessi componenti di Dolby Atmos e, per ora, offre anche un massimo di 11.2 canali. Tuttavia, DTS: X consente una flessibilità ancora maggiore rispetto ad Atmos, inclusa la possibilità di utilizzare fino a 32 diverse configurazioni di diffusori disponibili. È una coincidenza che le configurazioni degli altoparlanti disponibili per DTS: X siano uguali allo stesso numero di canali consentiti dal protocollo corrente HDMI? Noi pensiamo di no.

Nel caso in cui non lo sapessi, il tuo telecomando è magico
Il passaggio a HDMI 2.0 ha portato standard che richiedevano l'inclusione di alcune funzionalità di controllo per il linguaggio standard che i dispositivi parlano, chiamato CEC (Consumer Electronics Control). Pertanto, è probabile che il telecomando sia in grado di controllare un sacco di altri dispositivi, senza che sia necessario estrarre un'enciclopedia di codici di controllo remoto a quattro cifre e inserire una serie di combinazioni di pulsanti.

Un altro progresso nel protocollo, le porte ARC HDMI, migliorano ulteriormente su CEC. Quasi tutti i nuovi TV che acquisterete - e più recenti lettori Blu-ray e altri dispositivi AV - includeranno almeno una connessione ARC HDMI, rendendo estremamente facile il controllo remoto della TV con altri dispositivi. Il collegamento di un Chromecast all'ingresso ARC della tua TV ti consente anche di attirare semplicemente un'app dal tuo dispositivo mobile e di premere il pulsante Cast, e Chromecast prenderà il controllo della tua TV senza bisogno del tuo telecomando. Fantastico, vero? C'è molto di più che può fare anche ARC, incluse le connessioni audio semplificate.
Parole Chiave
navigazione
Cataloghi Prodotti
    RESTARE A TOCCO
    Codice QR